Passa al contenuto principale
Ricerca

Sci-Tech Challenge

Il Liceo Scientifico Cannizzaro di Roma vince la National Sci-Tech Challenge, la sfida nazionale che dà accesso alla fase finale del programma a Bruxelles!
Il 14 e 15 marzo 2018, i team delle scuole partecipanti si sono sfidati a Roma nell’individuare soluzioni innovative ad un quesito in campo energetico.

Istruzione, il carburante che alimenta l'innovazione

Sci-Tech Challenge (abbreviazione di Science and Technology Challenge), è un'iniziativa didattica sviluppata a livello europeo dalla ExxonMobil in collaborazione con Junior Achievement Europe, l’associazione no-profit leader per la promozione dell'economia nelle scuole primarie, secondarie di primo grado e superiori.

Giunto in Italia alla 7^ edizione, il programma coinvolge alcuni Licei Scientifici delle aree in cui insistono alcuni siti operativi e la Sede delle società del gruppo ExxonMobil. All'edizione 2017-2018 prendono parte alcune classi terze di 10 Istituti delle province di Napoli, Novara, Roma, Savona e Siracusa:

  • Liceo Scientifico “R. Livatino” di Napoli
  • Liceo Scientifico "Alessandro Antonelli" di Novara
  • Liceo Scientifico "Carlo Alberto" di Novara
  • Liceo Scientifico “Biagio Pascal” di Romentino (in provincia di Novara)
  • Liceo Scientifico “Stanislao Cannizzaro” di Roma
  • Liceo Scientifico “Evangelista Torricelli” di Roma
  • Liceo Scientifico "Giordano Bruno" di Albenga (in provincia di Savona)
  • Liceo Scientifico "Orazio Grassi" di Savona
  • Liceo Scientifico "Megara" di Augusta (in provincia di Siracusa)
  • Liceo Scientifico "Orso Maria Corbino" di Siracusa

L’iniziativa, che si svolge quest'anno in quattro paesi - Belgio, Italia, Paesi Bassi e Romania - si pone l’obiettivo di incoraggiare gli studenti a considerare Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica come valide opzioni per il proprio percorso formativo e come solida base per una futura crescita professionale, aiutandoli a comprendere l’importanza di queste materie e il loro ruolo nello sviluppo di nuove opzioni per vincere le sfide energetiche del futuro.

Si osserva, infatti, che in Europa va crescendo il divario tra la domanda e l’offerta di risorse professionali con questo background. Ecco perché, attraverso una metodologia didattica coinvolgente e interattiva, il programma Sci-Tech Challenge mira a promuovere l’istruzione in campo scientifico e tecnologico mettendo gli studenti di fronte a sfide reali.

L’iniziativa si compone di quattro elementi:

  • Quiz online
  • Lezione in classe
  • Sfida Nazionale (National Challenge)
  • Sfida Europea (European Challenge)

caricamento video in corso...

Sul sito Sci-Tech Challenge è disponibile il Quiz online che rappresenta un’attività preparatoria alla lezione in classe e mira a verificare il grado di conoscenza degli studenti e ad invogliarli a partecipare alle altre attività del programma.

Nel corso delle lezioni in classe, i ragazzi hanno l’opportunità di confrontarsi con esperti delle società del gruppo ExxonMobil e di cimentarsi in “mini” sfide scientifico-tecnologiche, secondo la metodologia didattica del learn-by-doing.

Il programma prevede poi la partecipazione di una selezione di studenti a due sfide, una nazionale e una internazionale (National ed European Challenge) nel corso delle quali ai ragazzi viene chiesto di lavorare in gruppo per individuare e sviluppare soluzioni innovative in risposta a specifici quesiti in campo energetico.

National Sci-Tech Challenge

Roma, 14-15 marzo 2018

A valle degli incontri in classe, gli Istituti partecipanti al programma hanno selezionato 10 team, composti da 5 studenti ciascuno, che il 14 e il 15 marzo 2018 hanno disputato, a Roma, la “National Sci-Tech Challenge”, ovvero la Sfida Nazionale nel corso della quale i ragazzi hanno dovuto individuare e sviluppare soluzioni innovative in risposta a un quesito energetico sul quale sono stati chiamati a cimentarsi.

Agli studenti è stato chiesto di ideare un progetto per assicurare, in occasione di un grande evento sportivo, un sistema di trasporti efficiente e sostenibile sotto il profilo sociale, economico e ambientale.

Durante il proprio lavoro i ragazzi hanno potuto confrontarsi con esperti del gruppo ExxonMobil che li hanno assistiti nell’elaborare le idee e a porre particolare attenzione ad aspetti di natura tecnica, ambientale, economico-finanziaria, etc.

Gli elaborati degli 10 team sono stati valutati da una giuria di esperti chiamata ad analizzare i lavori degli studenti per contenuti, innovazione, fattibilità ed anche qualità di presentazione.

La sfida è stata vinta dagli studenti Gabriele Cialdea, Giulia Cunsolo, Chiara Ferilli, Fancesco Loporcaro e Nicole Nobili del Liceo Scientifico Stanislao Cannizzaro di Roma.

Al secondo posto si è piazzato il team di studenti del Liceo Scientifico Orso Maria Corbino di Siracusa e al terzo posto si è classificato il team del Liceo Scientifico Giordano Bruno di Albenga.

Il team vincitore parteciperà in maggio alla European Challenge, la Sfida Europea che si terrà a Bruxelles e a cui prenderanno parte anche gli studenti vincitori delle Sfide Nazionali in Belgio, Paesi Bassi e Romania.

Leggi il comunicato stampa

Chiudere