Sci-Tech Challenge

Al via la nuova edizione del programma europeo Sci-Tech Challenge vinta la scorso anno dagli studenti italiani del Liceo Antonelli di Novara!

Articolo

In questo articolo

Sci-Tech Challenge

Istruzione, il carburante che alimenta l'innovazione

Sci-Tech Challenge (abbreviazione di Science and Technology Challenge), è un'iniziativa didattica sviluppata a livello europeo dalla ExxonMobil in collaborazione con Junior Achievement Europe, l’associazione no-profit leader per la promozione dell'economia nelle scuole primarie, secondarie di primo grado e superiori.

Il programma coinvolge alcuni Licei Scientifici di diverse province italiane. All'edizione di quest'anno, la nona in Italia, hanno già aderito diverse classi terze dei seguenti istituti della province di Genova, Novara, Roma e Savona:

  • Liceo Scientifico "Martin Luther King" di Genova
  • Liceo Scientifico "Alessandro Antonelli" di Novara
  • Liceo Scientifico "Carlo Alberto" di Novara
  • Liceo Scientifico "Biagio Pascal" di Romentino (in provincia di Novara)
  • Liceo Scientifico "Stanislao Cannizzaro" di Roma
  • Liceo Scientifico "Giordano Bruno" di Albenga (in provincia di Savona)

L’iniziativa, che si svolge anche quest'anno in quattro paesi - Belgio, Italia, Paesi Bassi e Romania - si pone l’obiettivo di incoraggiare gli studenti a considerare Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica come valide opzioni per il proprio percorso formativo e come solida base per una futura crescita professionale, aiutandoli a comprendere l’importanza di queste materie e il loro ruolo nello sviluppo di nuove opzioni per vincere le sfide energetiche del futuro.

Si osserva, infatti, che in Europa va crescendo il divario tra la domanda e l’offerta di risorse professionali con questo background. Ecco perché, attraverso una metodologia didattica coinvolgente e interattiva, il programma Sci-Tech Challenge mira a promuovere l’istruzione in campo scientifico e tecnologico mettendo gli studenti di fronte a sfide reali.

L’iniziativa si compone di quattro elementi:

  • Quiz online
  • Lezione in classe
  • Sfida Nazionale (National Challenge)
  • Sfida Europea (European Challenge)
Sul sito Sci-Tech Challenge è disponibile il Quiz online che rappresenta un’attività preparatoria alla lezione in classe e mira a verificare il grado di conoscenza degli studenti e ad invogliarli a partecipare alle altre attività del programma.

Nel corso delle lezioni in classe, i ragazzi hanno l’opportunità di confrontarsi con esperti delle società del gruppo ExxonMobil e di cimentarsi in “mini” sfide scientifico-tecnologiche, secondo la metodologia didattica del learn-by-doing.

Il programma prevede poi la partecipazione di una selezione di studenti a due sfide, una nazionale e una internazionale (National ed European Challenge) nel corso delle quali ai ragazzi viene chiesto di lavorare in gruppo per individuare e sviluppare soluzioni innovative in risposta a specifici quesiti in campo energetico.

Istruzione, il carburante che alimenta l'innovazione
La National Sci-Tech Challenge 2019
European Sci-Tech Challenge 2019

La National Sci-Tech Challenge 2019 (edizione 2018-2019)

Roma, 25-26 marzo 2019

 

A valle degli incontri in classe, gli Istituti partecipanti al programma hanno selezionato 10 team, composti da 5 studenti ciascuno, che il 25 e il 26 marzo 2019 hanno disputato, a Roma, la “National Sci-Tech Challenge”, ovvero la Sfida Nazionale nel corso della quale i ragazzi hanno dovuto individuare e sviluppare soluzioni innovative in risposta a un quesito energetico sul quale sono stati chiamati a cimentarsi.

Agli studenti è stato chiesto di ideare un progetto sul sistema dei trasporti per favorire una migliore mobilità, maggiore efficienza e sostenibilità sia sotto il profilo economico che ambientale.

Durante il proprio lavoro i ragazzi hanno potuto confrontarsi con esperti del gruppo ExxonMobil che li hanno assistiti nell’elaborare le idee e a porre particolare attenzione ad aspetti di natura tecnica, ambientale, economico-finanziaria, etc.

Gli elaborati degli 10 team sono stati valutati da una giuria di esperti che li ha analizzati sotto il profilo dei contenuti, dell’innovazione, della fattibilità, della sostenibilità economica ed anche della qualità di presentazione.

La sfida è stata vinta dagli studenti Matteo Bovio, Federico Mercurio, Eleonora Montana, Ramya Murali e Gaetano Ricchiuti del Liceo Scientifico Alessandro Antonelli di Novara. Al secondo posto si è piazzato il team di studenti del Liceo Scientifico Stanislao Cannizzaro di Roma e al terzo posto si è classificato il team del Liceo Scientifico Biagio Pascal di Romentino, in provincia di Novara.

Una menzione d'onore è andata quest'anno anche al Liceo Megara di Augusta.

Il team vincitore parteciperà in maggio alla European Challenge, la Sfida Europea che si terrà a Bruxelles e a cui prenderanno parte anche gli studenti vincitori delle Sfide Nazionali in Belgio, Paesi Bassi e Romania.

Leggi il comunicato stampa

European Sci-Tech Challenge 2019 (edizione 2018-2019)

Bruxelles, 14-15 maggio 2019

Il 14 e il 15 maggio, ventuno studenti delle scuole superiori, provenienti dai quattro Paesi europei partecipanti al programma Sci-Tech Challenge – Italia, Belgio, Paesi Bassi e Romania – si sono incontrati a Bruxelles per prendere parte alla finale europea.

Gli studenti intervenuti hanno acquisito il diritto a partecipare all’evento vincendo le sfide nazionali nei rispettivi paesi impegnandosi nello svolgimento del compito loro assegnato: elaborare un piano per migliorare e modernizzare il sistema di trasporti urbano della città di Bruxelles nell’arco dei prossimi cinque anni, attraverso soluzioni sostenibili sotto il profilo sia economico che sociale e riducendo, al tempo stesso, l’impatto ambientale.

L’evento è stato ospitato dalla Presidenza Rumena dell’Unione Europea e gli studenti hanno presentato i propri progetti ad una giuria di esperti composta quest’anno da Nikolass Baeckelmans – Vice President of EU Affairs della ExxonMobil Petroleum & Chemical di Bruxelles, Holger Krahmer – Head of EU Affairs della Daimler, Fuensanta Martinez Sans – Transport Policy Director della European Automobile Manufacturers’ Association (ACEA) e Sam Morgan – Transport Editor di EURACTIV.

A vincere è stato il team italiano del liceo scientifico Alessandro Antonelli di Novara – composto da Matteo Bovio, Federico Mercurio, Eleonora Montana, Ramya Murali e Gaetano Ricchiuti – che ha proposto di risolvere il problema della congestione del traffico di Bruxelles attraverso un approccio olistico e proponendo un progetto realistico con soluzioni applicabili nel breve periodo, basato sulla combinazione di una nuova app per gli utenti, nuove tecnologie da introdurre negli attuali sistemi di trasporto e nuovi tipi di veicoli.
Nel ringraziare i partecipanti alla European Sci-Tech Challenge per l’impegno e per la qualità di tutti gli elaborati, la Giuria ha sottolineato come l’incoraggiare i giovani a considerare un percorso di studi in campo scientifico e tecnologico sia importante per assicurare le competenze e le professionalità necessarie per superare con successo le sfide energetiche del futuro. 

L’obiettivo del programma Sci-Tech Challenge, che nel corso dell’anno scolastico 2017-2018, ha coinvolto oltre 4,000 studenti in Europa, è proprio quello di sostenere questa crescita, contribuendo ad interessare i giovani verso studi e opportunità di carriera nel campo delle materie cosiddette STEM (dall’inglese di Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) e favorendo così anche un avvicinamento ad alcune figure professionali richieste dal mondo del lavoro.

Leggi il Comunicato Stampa

Contenuto correlato

Istruzione

Grande attenzione è rivolta all’informazione e al dialogo con scuole, istituti e università per sensibilizzare i giovani alla conoscenza del mondo dell’energia e alle sue sfide, evidenziando il ruolo fondamentale che, in questo campo, ricoprono lo sviluppo, il progresso e l’innovazione tecnologica.

Ruolo sociale Argomento

Atlante dell’Energia

Una collaborazione Esso Italiana e De Agostini

Istruzione Articolo

Iniziative nel campo dell'Istruzione

Grande attenzione è rivolta all’informazione e al dialogo con scuole, istituti e università per sensibilizzare i giovani alla conoscenza del mondo dell’energia e alle sue sfide, evidenziando il ruolo fondamentale che, in questo campo, ricoprono lo sviluppo, il progresso e l’innovazione tecnologica.

Istruzione Articolo